Come ottenere le detrazioni fiscali del 65%

Con la legge di stabilità 2017 (legge n. 232 del 11 dicembre 2016) sono state prorogate fino al 31 dicembre 2017 sia la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie.

L'agevolazione consiste in una detrazione dall'Irpef o dall'Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. In particolare, la detrazione, che è pari al 65% per le spese effettuate dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2017, è riconosciuta se queste sono state sostenute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell'edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi)
  • l'installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

Le detrazioni fiscali, introdotte nel 2014 e mantenute per il triennio 2015-2017, hanno lo scopo di dare un forte impulso al settore (con creazione di valore e posti di lavoro) e di accelerare il progresso energetico del Paese, caratterizzato da un patrimonio edilizio “vecchio”, sia in termini di età che di tecnologie impiegate. Per gli interventi sugli involucri degli edifici (e quindi sugli infissi considerati nel loro complesso, comprensivi di elementi come telai e cassonetti) il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro.

Tutti i sistemi in PVC Schüco soddisfano i requisiti tecnici per poter usufruire dell'ecobonus del 65%.

Per indicazioni più specifiche, aggiornamenti, condizioni e modalità di presentazione della richiesta si raccomanda di far riferimento alle guide ufficiali agli incentivi, edite dall’Agenzia delle Entrate: www.agenziaentrate.gov.it